The current Bet365 opening offer for new customers is market-leading bet365 mobile app You can get a free bet right now when you open an account.

Olio Intini festeggia una grande annata al Sol - Vinitaly 2019

Olio Intini festeggia una grande annata al Sol - Vinitaly 2019

Olio Intini festeggia una grande annata al Sol - Vinitaly 2019

L'extravergine vincitore del Sol d'oro 2019 e dei più importanti concorsi al mondo in mostra a Verona dal 7 al 10 aprile

Si rinnova l'appuntamento con il Vinitaly Verona, che ospita dal 7 al 10 aprile Sol&Agrifood, il salone delle eccellenze alimentari made in Italy. Ad aspettarvi il produttore Pietro Intini con il suo extravergine che ha oramai conquistato tutte le più importanti giurie al mondo.

I riconoscimenti 2019
Una grandissima annata per Olio Intini, l’azienda pugliese specializzata nella produzione di olio extravergine d’oliva, a conferma di un percorso incentrato sulla qualità senza compromessi, anche in un'annata difficile per l'ingente perdita del raccolto.
Il concorso internazionale Sol d’Oro Emisfero Nord 2019 ha assegnato l'oro all'azienda, che per il secondo anno consecutivo conquista il podio, questa volta con la sua etichetta biologica: un monocultivar 100% Coratina dal fruttato intenso.
Si aggiungono i più importanti concorsi al mondo a premiare Olio Intini, già giudicato nel 2018 "Miglior Extravergine d'Europa" dal Premio Il Magnifico. Di seguito alcuni dei riconoscimenti per l'anno in corso:

- Primo classificato Premio Ercole Olivario: blend Affiorato
- Primo Premio Olio Capitale, Trieste: blend Affiorato
- Primo Premio Sirena d'Oro di Sorrento: biologico Bio
- Best 20 Flos Olei di Marco Oreggia: monocultivar Coratina
- 3 stelle EQOO Premio Il Magnifico: monocultivar Coratina
- 3 foglie Gambero Rosso: blend Affiorato
- 5 Gocce d'eccellenza Bibenda: monocultivar Olivastra 2018 e monocultivar Coratina 2018
- Corona Maestrod'olio di Fausto Borella: monocultivar Coratina

L’azienda
Nasce tra le colline di Alberobello, in Puglia, l’extravergine che ha conquistato le più importanti giurie al mondo, stupendo anche per le straordinarie qualità benefiche. È stato il giovane Pietro Intini a rivoluzionare l’azienda di famiglia convogliando l’antica tradizione in un grande investimento nella tecnologia e nel recupero della biodiversità autoctona.
Qualità e tracciabilità, cura certosina in ogni fase del processo produttivo, e grande riguardo alla salute dei consumatori e della biodiversità sono i suoi punti di forza.
Alla base del successo, un contrasto interessante: quello fra la tradizionalità dei metodi di raccolta della materia prima, lontani dai moderni processi di meccanizzazione, e la tecnologia all’avanguardia all’interno delle mura del frantoio.
Olio Intini si avvale di moderne linee di estrazione in continuo che permettono di produrre olio in assenza di ossigeno grazie all’inertizzazione di tutto il processo produttivo. Si tratta di uno dei pochi frantoi in Italia a poter vantare la coesistenza di ben 4 sistemi di frangitura e diversi metodi di gramolazione, scelte in base alle annate, alle cultivar e al loro grado di maturazione. Segue il filtraggio immediato dell’olio e la conservazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio inox, e infine il sofisticato processo di imbottigliamento: è tramite l’immissione in ciascuna bottiglia di una piccola quantità di gas inerte che viene garantita la perfetta conservabilità del prodotto.

FONTE: UFFICIO STAMPA OLIO INTINI